Crostata frutti di bosco surgelati – ricetta completa

Tra le crostate più apprezzate c’è sempre lei, la regina: la crostata ai frutti di bosco. In questa ricetta useremo i frutti di bosco surgelati. Bella da vedere e gustosissima da mangiare prevede una frolla di base riempita con una delicata crema pasticcera sovrastata da tanti diversi frutti di bosco. Ma come possiamo prepararla se non abitiamo nei pressi di una fitta foresta? Naturalmente ci vengono in aiuto le confezioni di frutti di bosco surgelate, comode, pratiche e soprattutto gustosissime. Di seguito vi proporremo la nostra ricetta per preparare la fantastica crostata in poco tempo e con tanti trucchi velocissimi.

Ingredienti:

Per una frolla in stampo da 26 cm vi occorrono:
• 300 gr di farina 00
• 100 gr di zucchero
• 100 gr di burro
• 1 di uovo
• 1 di tuorlo
• 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
• 1 di scorza di limone grattugiata
Per la crema pasticcera invece:
• 4 tuorli
• 40 gr di farina
• 100 gr di zucchero
• 400 ml di latte
• 1 stecca di vaniglia

Preparazione:

Oltre alla confezione di frutti di bosco surgelati, prevedete anche qualche fogliolina di menta e dello zucchero a velo per la decorazione. Procediamo con l’impasto.
In una boule mettiamo farina, lievito, burro a tocchetti (e a temperatura ambiente) e buccia di limone grattugiata e iniziamo ad amalgamare insieme gli ingredienti formando un impasto granuloso, quindi aggiungere le uova (che non vanno mai in frigorifero!) e cominciare a mettere insieme l’impasto. La pasta frolla va lavorata velocemente e mai per troppo tempo perché ha bisogno di essere fredda, perciò una volta amalgamati gli ingredienti, ricoprirla di pellicola e metterla in frigo per almeno 30 minuti e nel frattempo provvedere alla crema.

Incidere la stecca di vaniglia in verticale e lasciarla in infusione nel latte fino a che esso non sia sul punto di sobbollire poi eliminarla. In una ciotola a parte, montare i tuorli con lo zucchero ed aggiungere la farina setacciata. Quando il latte sarà caldo (e quasi bollente) aggiungerlo a filo nel composto e mescolare il tutto con una frusta per evitare i grumi. Passare il tutto sul fuoco e continuare la cottura mescolando fino a raggiungere la densità desiderata (essendo una crema di base per la frolla vi consigliamo di addensarla molto in modo da non bagnare la frolla ed evitare fastidiose rotture). Lasciate raffreddare la crema ponendo uno strato di pellicola trasparente sulla ciotola a contatto con essa per evitare la formazione della pellicina opaca e procedete nel contempo con la cottura della frolla. Rivestite lo stampo con la frolla opportunamente stesa, forate la superficie con una forchetta e infornate a 180° per venti minuti circa o fintanto che la frolla sarà dorata.

Dopo averla tirata fuori dal forno e averla lasciata raffreddare, incorporate all’interno la crema pasticcera e livellatene la superficie. E i frutti di bosco? Bene, essi vanno lasciati scongelare a temperatura ambiente in un recipiente con un colino e se volete renderli ancora più gustosi per la crostata, passateli in padella con pochissima acqua (un cucchiaio) e zucchero per permettergli di rilasciare un po’ di succhi e di apparire lucidi. Successivamente aggiungeteli alla crostata, completando con dello zucchero a velo e delle foglioline di menta e tenetela in frigo per almeno mezz’ora prima di servirla.

Consigli:

Può capitare che realizzando la crostata vi avanzino dei frutti di bosco. E allora come utilizzarli? Se li avete già scongelati, frullateli e aggiungeteli allo yogurt per una merenda gustosa o al latte per una colazione sprint o ancora utilizzateli per dare gusto ai vostri gelati e frappè ma se siete amanti delle ricette particolari, sappiate che potete utilizzarli come riduzione di un gustoso filetto di maiale a cui aggiungerete carattere e quel pizzico di acidità tipico dei frutti di bosco che stupirà i vostri commensali. Se invece sono ancora surgelati potete inserirli nell’impasto dei muffin (assicuratevi di avere un buon robot da cucina che possa tritarli senza rovinare le lame) per creare dei tortini dolci e coloratissimi.
Nelle confezioni in vendita in Italia si trovano in proporzione variabile ribes, more, fragoline di bosco e mirtilli neri raccolti maturi e immediatamente sottoposti al processo di surgelazione per evitarne il deperimento. Essi sono un’importante fonte di vitamine C e B, di fibre e sali minerali, oltre a sostanze fenoliche e fruttosio che li rendono a tutti gli effetti, degli alleati importanti nel mantenimento del nostro stato di salute. Molto indicati per coloro che soffrono di cattiva circolazione sanguigna contengono anche una discreta fonte di glucosidi antocianici.
Per consumare i frutti di bosco surgelati in tutta sicurezza, vi raccomandiamo di farli scongelare a temperatura ambiente senza l’utilizzo di acqua calda e procedere poi al lavaggio o sotto acqua corrente oppure tenendoli per qualche minuto in una soluzione con 3 parti di acqua e una di aceto o amuchina per scongiurare eventuali rischi di contaminazione. Se la vostra intenzione è quella di consumarli per guarnire torte o simili, il nostro consiglio è di passarli comunque leggermente in padella per una cottura rapida. Se invece dovranno essere utilizzati all’interno di impasti da cuocere questo passaggio può essere evitato. Nel caso in cui abbiate scongelato l’intera confezione non ricongelate mai ciò che vi avanza, piuttosto utilizzatelo in una delle maniere che vi abbiamo indicato.
Concludiamo invitandovi a consumarli in tutta sicurezza senza allarmismi, che sia per una crostata o per un gelato, i frutti di bosco sono sempre una valida alternativa ai frutti convenzionali.

Leave a Reply

Instagram