Mostaccioli morbidi allo strega

Senz’ombra di dubbio i mostaccioli sono tra i dolci più famosi di Napoli e dei dintorni. Chiamati anche mustaccioli o mustacciuoli vengono preparati in particolarmente durante il periodo di Natale. Generalmente vengono realizzati con un ripieno aromatizzato al liquore Strega e su di essi si versa una soffice glassa al cioccolato. I mostaccioli napoletani sono, in realtà, diffusi su quasi tutto il territorio dell’Italia meridionale e godono di una notevole popolarità. Non solo per via del liquore, ma anche al mix di spezie e profumi che donano alla festa un’atmosfera di assoluta curiosità.
Tra i lati vantaggiosi spicca la facilità di preparazione che, mista alla golosità, fanno dei mostaccioli un dessert facile da fare e in contempo buonissimo. Al giorno d’oggi esistono due varianti dei mostaccioli morbidi allo strega. La prima variante è quella originale, napoletana. D’altro canto abbiamo la versione abruzzese, che al posto del liquore strega utilizza il vin santo. Entrambe le versioni sono buonissime e dopo aver preparato i mostaccioli al liquore è possibile realizzare anche quelli al vino. Noi concentriamoci, però, sulla preparazione dei mostaccioli originali, quelli nella versione napoletana.

Ingredienti

Come già accennato precedentemente la preparazione è davvero facile e non sono richiesti ingredienti particolari. Tutto ciò che serve è:
1)250 grammi di Farina del tipo 00;
2)Circa 50 grammi di mandorle. Se si vuole fare dei mostaccioli più pieni di mandorle è possibile aumentare questa quantità;
3)Circa 20 grammi di cacao amaro in polvere;
4)Basta 1 arancia biologica;
5)Dello zucchero (80/100 grammi);
6)Cioccolato fondente per la glassatura in una quantità non superiore ai 200 grammi;
7)Senza dimenticarsi del Pisto, il mix degli aromi che rendono i mostaccioli morbidi al liquore davvero squisiti. Il Pisto dev’essere preparato parallelamente ai mostaccioli in una quantità che non supera i 10/15 grammi;
8)Ovviamente l’ingrediente più importante è il Liquore Strega, nella quantità sufficiente;
9)Al tutto bisognerà aggiungere anche del miele (100 grammi circa);
10)Dell’acqua calda (30/50ml);
11)E l’ammoniaca per dolci, il bicarbonato o il lievito per dolci, circa 1/4 di un normale cucchiaino da té.
La quantità degli ingredienti può cambiare a seconda delle necessità di rendere i mostaccioli più duri, ripieni, morbidi o dolci.

Preparazione

Per iniziare occorre prendere le mandorle, la farina e lo zucchero e inserire il tutto nel contenitore del frullatore. Questi ingredienti dovranno venire appositamente mixati per ottenere un composto granuloso e sabbioso, ma uniforme nella sua mamma. Sbagliare la fase di mixaggio potrebbe comportare la presenza di residui dei singoli elementi, motivo per cui bisogna frullare per bene tutto il materiale. Una volta fatto questo si consiglia di realizzare il Pisto. Per farlo bisogna macinare la cannella insieme alla noce moscata, al pepe bianco e ai chiodi di garofano, aggiungendo, magari, anche qualche altro aroma a seconda delle proprie preferenze e gusti. Niente di tremendamente difficile, considerando che ognuno può personalizzare il Pisto come meglio vorrebbe. Per esempio è possibile aumentare la quantità di un aroma per diminuire la quantità dell’altro. Alla fine della preparazione del Pisto il tutto va unito al miele, succo d’arancia, la buccia d’arancia e l’acqua calda (non bollente, ma nemmeno tiepida: la temperatura dev’essere di circa 60°/70°) e frullato di nuovo. Il composto ottenuto dev’essere elastico e quanto più possibile omogeneo. Una volta compiuto questo passaggio si deve stendere il tutto su di una spianatoia precedentemente infarinata affinché l’impasto possa raggiungere uno spessore di non oltre 1/2 centimetri. Fatto? Ora bisogna ritagliare i rombi dall’impasto, magari usando un apposito coltello ben affilato. Altrimenti è sempre possibile far uso dell’apposito stampo. Ora non resta che disporre i mostaccioli sulla teglia da forno rivestita con della carta da forno e infornare il tutto a 180° per circa 20 minuti. Non appena verranno cotti bene dovranno essere raffreddati. Dopo bisognerà spennellarli con il liquore, glassarli con il cioccolato precedentemente sciolto a bagnomaria e disporli su un piattino per servirli.

Niente di così difficile come potrebbe sembrare, ma bisogna stare attenti a eseguire con precisione tutti i passaggi. Il Pisto può essere preparato prima dei mostaccioli veri e propri oppure durante la preparazione dell’impasto, a seconda delle esigenze del cuoco

Leave a Reply

Instagram