Barbecue a pellet: Come funzionano? Recensione con classifica top5

Il barbecue a pellet è una novità che riguarda il mondo della cucina: scopriamo assieme come funziona questo strumento, quali caratteristiche deve avere e i migliori modelli presenti in commercio.

Come funziona il barbecue a pellet?

Il barbecue a pellet funziona in una maniera analoga alla stufa.
L’elettrodomestico è caratterizzato da una fessura dotata di raccoglitore il quale ha anche lo scopo di contenere il pellet.

Bestseller No. 1
Bestseller No. 2
BBQ-Toro Pellet Smoker Grill PG2 - Barbecue a Pellet con Copertura
  • Versatile | Il affumicatore a pellet pu essere utilizzato non solo per affumicare, ma anche per arrostire, cuocere e grigliare. Con il Smoke i vostri cibi, come pesce, carne e verdure avranno un...
Bestseller No. 3
BBQ-Toro - Barbecue a Pellet PG1 per affumicare Completamente automaticamente, Colore: Nero/Oro, con...
  • Versatile | Il affumicatore a pellet pu essere utilizzato non solo per affumicare, ma anche per arrostire, cuocere e grigliare. Con il Smoke i vostri cibi, come pesce, carne e verdure avranno un...
Bestseller No. 5
Weber smokfire ex4 GBS Pellet Grill
  • Weber smokfire ex4 gbs pellet grill
Bestseller No. 7
Char-Broil Advantage Series 245S - Barbecue in acciaio inox a 2 bruciatori.
  • Sistema di cottura tru-infrared - per una cottura uniforme, con meno fiammate, per cibi fino al 50% pi succulenti e un consumo di gas del 30% inferiore

Tale parte è collegata a un sistema di aspirazione che consente lo spostamento del pellet nella parte inferiore del barbecue, nel quale si trova il bruciatore elettrico.
Una volta che il vano è stato riempito, il bruciatore entra in funzione e inizia a sfruttare il pellet come combustibile.

Il calore prodotto viene spostato dalla ventola verso la griglia, che si riscalda e consente la cottura del cibo mentre il fumo della combustione è condotto nella canna fumaria e successivamente espulso.

Pertanto un barbecue semplice che sfrutta un elemento alternativo per dare vita a delle ottime grigliate.

Caratteristiche dei barbecue a pellet:

  • La dimensione del barbecue a pellet

Ora analizziamo come deve essere scelto il barbecue a pellet e iniziamo con le dimensioni dell’elettrodomestico.
La misura è fondamentale specialmente se questo articolo viene posizionato sul balcone: se questo è piccolo, un barbecue grande diventa un ostacolo che limita lo spazio a disposizione nel balcone.

Diversa è, invece, la situazione qualora il barbecue viene posizionato in giardino.
In tal caso, infatti, il barbecue viene posto in un’area specializzata per questo elettrodomestico.

  • Il sistema di avvio della combustione

Quando si deve scegliere un barbecue a pellet è importane valutare come viene azionato il bruciatore.

Alcuni modelli hanno l’accensione a batterie, mentre altri, invece, sfruttano l’alimentazione diretta all’impianto elettrico.
La scelta dipende principalmente da dove viene posizionato il barbecue e se questo è mobile.

Nel caso in cui il barbecue a pellet venga posto in giardino, lontano da fonti energetiche, occorre che sia dotato di batterie: qualora l’elettrodomestico possa essere spostando utilizzando le ruote, la versione alimentata a corrente è ideale, in quanto più potente.

Se invece si parla di un barbecue che deve essere posto sul balcone o comunque che non deve essere spostato, la versione alimentata da energia elettrica è sicuramente la migliore in assoluto.

  • Il barbecue a pellet e la regolazione del calore

Come caratteristica fondamentale nella scelta vi è anche il regolatore del calore, il quale deve offrire una funzionalità semplice.
La manopola deve essere facile da utilizzare e il calore venire regolato con diversi scatti, ovvero su diversi livelli grazie ai quali è possibile cuocere gli svariati alimenti.

  • Il materiale 

Il barbecue a pellet ha bisogno di essere realizzato con materiali particolarmente resistenti e in questo caso è necessario puntare sull’acciaio inox.
Questo materiale, infatti, permette di ottenere svariati vantaggi come:

  • calore che viene assorbito con maggior rapidità;
  • maggiore semplicità nella fase di pulizia;
  • grado di igiene superiore rispetto agli altri materiali.

Le eventuali piastre aggiuntive, per la cottura delle verdure, è meglio che siano in ghisa, che consente una cottura omogenea dell’alimento.

  • Il consumo energetico e di pellet del barbecue

Bisogna valutare il consumo energetico e del pellet che viene effettuato da questo strumento, proprio per capire quanto combustibile serve per cuocere i vari alimenti.
Stesso discorso per il consumo energetico: il barbecue, qualora il bruciatore sia attivato dalla corrente elettrica, deve rientrare nella classe A+, riducendo quindi i costi della corrente.

  • Gli optional

Gli optional sono sempre ben graditi e migliorano l’utilizzo del barbecue.
Quelli più interessanti sono:

  • vano per poggiare pentole e alimenti, nonché altri strumenti, da usare per la grigliata;
  • coperchio per affumicare e proteggere sia la griglia che gli alimenti durante e dopo la cottura;
  • ruote che permettono lo spostamento del barbecue;
  • piccola credenza dove riporre la strumentazione per cuocere il cibo, come forcone e altri.

Con questi optional il barbecue a pellet è sicuramente migliore e più professionale.

Ecco i migliori barbecue alimentati a pellet – Recensione con prezzi:

Miglior barbecue a pellet

  • BBQ Toro – Il migliore

BBQ-Toro - Barbecue a Pellet PG1 per affumicare Completamente automaticamente, Colore: Nero/Oro, con...
  • Versatile | Il affumicatore a pellet pu essere utilizzato non solo per affumicare, ma anche per arrostire, cuocere e grigliare. Con il Smoke i vostri cibi, come pesce, carne e verdure avranno un...

Questo barbecue a pellet è realizzato interamente in acciaio inox e consente non solo la cottura alla griglia, ma anche di affumicare i diversi alimenti sfruttando l’apposito coperchio dotato di termostato che permette di tenere sotto controllo la temperatura raggiunta dall’elettrodomestico.

Dalla potenza di 1000 Watt, il barbecue è dotato di sistema di scorrimento del pellet rapido, che previene blocchi durante la combustione: inoltre il calore prodotto può essere incrementato o ridotto a seconda degli alimenti che si devono cucinare.
La griglia è molto semplice da pulire.

  • Barbecue a pellet portatile Happy

Portatile e semplice da sfruttare: le caratteristiche principali di questo barbecue a pellet vengono racchiuse in questi due semplici concetti.
Totalmente rivestito con acciaio inox di prima qualità, questo modello si contraddistingue per essere molto pratico da sfruttare, dato che per utilizzarlo occorre semplicemente mettere il pellet nell’apposito vano e bruciarlo.

Il calore prodotto riscalda la griglia, anch’essa realizzata in acciaio inox, consentendo una cottura omogenea degli alimenti.
La batteria che consente di azionare il bruciatore non è ricaricabile e seppur manchi un regolatore di temperatura, questo barbecue a pellet portatile si adatta al trasporto, quindi può essere sfruttato non solo quando si è in casa, ma anche in campeggio.

Bisogna prestare la massima attenzione alle pareti laterali dello strumento, le quali diventano incandescenti una volta che il pellet viene bruciato, particolare da tenere bene a mente.

  • Davy Crockett – Professionale

Si tratta di un barbecue a pellet completamente pieghevole, che permette uno spostamento semplice e anche l’opportunità di risparmiare parecchio spazio durante i periodi nei quali non viene sfruttato.

Questo articolo ha una struttura molto solida, caratterizzata da due piedi pieghevoli realizzati in acciaio inox non eccessivamente pesante, mentre il sistema di chiusura dei piedi dell’accessorio è facile da sfruttare.

Il regolatore della temperatura può essere sfruttato mediante l’apposita manopola ma anche adoperando l’applicazione per dispositivi mobili, visto che questo barbecue è uno dei pochi a essere dotato di funzione smart, consente di scegliere una temperatura minima di 70 gradi e una massima pari a 250.

Pertanto si tratta di uno strumento che permette a tutti gli effetti di dare vita a delle grigliate molto gustose, dato che la temperatura facilmente selezionabile permette di optare per quella che meglio si adatta ai vari alimenti da cuocere.
La griglia è resistente e composta da acciaio inox, quindi facile da pulire.

  • Barbecue a pellet facile da trasportare Grilly

Un modello molto semplice da utilizzare e trasportare, che rende il concetto di grigliata immediato e piacevole.
In questo caso parliamo di un barbecue realizzato interamente in acciaio inox e dalle misure contenute, con vano nel quale deve essere posto il pellet e avviata la combustione.
La parte superiore è caratterizzata da una griglia in acciaio inox che consente una rapida cottura degli alimenti.

Questo modello è molto semplice e adatto a chi vuole organizzare delle grigliate improvvise ma, essendo basilare, chi è alla ricerca di un barbecue maggiormente professionale potrebbe non trovarsi a suo agio nell’utilizzare questo strumento per la cottura degli alimenti.

  • Jim Bowie

Versione molto simile alla terza descritta.
In questo modello è comunque possibile notare una qualità migliore delle diverse parti che vanno a contraddistinguere il barbecue e allo stesso tempo è facile notare anche come il suddetto strumento sia caratterizzato da un vano per l’inserimento del pellet dalle dimensioni leggermente superiori.

In aggiunta è importante parlare della possibilità di programmare la cottura degli alimenti sfruttando l’applicazione mobile, in costante aggiornamento proprio per garantire la massima precisione e praticità mentre si usa questo barbecue.
Ideale per la cottura di ogni tipo di alimento, dalla carne alla verdura.

Lascia un commento