Coltello Santoku – Guida all’acquisto, classifica e prezzi dei migliori

Il coltello Santoku è un’arnese da cucina giapponese professionale. Di origine orientale, ultimamente è molto in voga anche in Occidente, sia tra chi fa lo chef di mestiere, sia per chi è un’appasionato di cucina in generale.

Chi si intende di queste cose sa benissimo che non tutti i coltelli sono uguali; questo non solo per quanto riguarda l’aspetto estetico (dimensioni, forma o colori) ma soprattutto dal punto di vista pratico. Ogni lama infatti, in base alle sue caratteristiche, è maggiormente idonea a tagliare determinati alimenti rispetto ad altri.

Santoku è l’ideale per tagliare velocemente e con facilità la carne, il pesce e le verdure. La sua lama è altamente affilata perciò è fondamentale prestare attenzione quando si usa. Santoku in italiano significa “tre virtù” e si adatta perfettamente alle doti del coltello in questione.

Offerta
Kitchen Emperor Coltello da Santoku, Coltelli da Cucina Professionali, Coltello Damasco Acciaio da...
  • Premio dell'acciaio di Damasco, la lama è forgiati da un unico pezzo di ultra alta AUS10 in acciaio al carbonio con 67 strati, che sono più di nitidezza di coltello in acciaio normale e anche in...
Wüsthof TR4184 Silverpoint - Coltello Santoku, 31 x 5 x 1,7 cm
  • Simbolo della cucina giapponese, questo coltello è progettato all'inizio per tagliare finemente i pesci crudi da carne e preparare in particolare sushi e sashimi. Molto versatile, offre anche un...

Le caratteristiche del coltello Santoku:

Il coltello Santoku è composto da un manico in legno (oppure in plastica dura e molto resistente) e da una lama alquanto larga che può essere in ceramica o in acciaio inox. I modelli migliori hanno una lavorazione particolare dell’acciaio detto “acciaio Damasco” o damascata.

Nello specifico, si tratta di un tipo di procedimento che alterna svariate tipologie di lastre in acciaio di una durezza e resistenza diversa. Bisogna sottolineare che l’ottima qualità della lama non dipende soltanto dal fatto che è stata realizzata con questo metodo, bensì dalla quantità degli strati che si alternano e dal procedimento attuato, se artigianale o industriale.

La lunghezza del coltello Santoku varia tra i quattordici e i venti centimetri, dipende dal brand che lo produce. Inoltre il modello con gli alveoli, impedisce al cibo di rimanere attaccato quando si lavora con esso. Un’altro aspetto importante è la scelta del manico che non va assolutamente fatta basandosi solo sui materiali, ma piuttosto tendendo in considerazione la praticità dell’impugnatura e l’ergonomia del manico stesso.

I materiali tipici con cui vengono realizzati i manici sono svariati; i modelli classici ad esempio offrono un manico in ebano o bambù; in entrambi i casi si tratta di due legni alquanto duri ma con colore differente, uno più chiaro e l’altro più scuro.

I coltelli moderni invece, possono presentare un manico fibrox o in nylon, un materiale tecnologico realizzato usando fibre minerali che danno vita ad utensili di resistenza elevata. Quando si vuole acquistare un coltello Santoku, va preso in considerazione un altro fattore, ossia il bilanciamento tra lama e manico; esso deve assicurare una qualità estremamente alta di taglio.

I modelli migliori presenti sul mercato hanno un’impugnatura antiscivolo ed ergonomica, in quanto è importante che la presa sia ferma e sicura in ogni momento.

L’efficacia di questo coltello la si collega al fatto che venne realizzato esclusivamente per le donne giapponesi, ed è risaputo che la loro abilità in cucina è da sempre nota in tutto il mondo.

Un’importanza fondamentale in cucina ce l’ha ovviamente l’igiene, quindi optate per un modello che non abbia nessuno spazio tra il manico e la lama, proprio in quel punto infatti tendono ad accumularsi i residui di cibo che non sempre poi si eliminano facilmente.

Santoku è un coltello efficace, ma allo stesso tempo versatile, infatti oltre che tagliare con precisione e sminuzzare efficacemente gli alimenti, è utile per disossare e sfilettare.

Queste sono operazioni che i giapponesi effettuano quotidianamente per cucinare piatti tipici della loro cultura gastronomica, come ad esempio il sushi o il sashimi, per cui hanno bisogno di un coltello adatto ad ogni esigenza.

Il Santoku è ritenuto il coltello perfetto per sfilettare il pesce, perché con altre tipologie di coltelli la sua carne rimane attaccata alla lama facilmente. Il Santoku è ideale anche per lavorare le verdure in maniera ottimale.

Classifica dei migliori 5 modelli di coltelli Santoku:

Miglior coltello Santoku

Ora vediamo nel dettaglio quali sono i cinque migliori modelli di coltelli Santoku presenti sul mercato.

TDM1702 – Coltello Santoku professionale

Coltello in acciaio Damasco, ultra resistente alla corrosione: superficie lavorata a mano, la forma simmetrica del suo manico in noce, garantisce performance di precisione anche per chi è mancino. Lavatelo subito (a mano e non in lavastoviglie) dopo il suo utilizzo con un sapone delicato.

  • Coltello Santoku Kitchen Emperor

Offerta
Kitchen Emperor Coltello da Santoku, Coltelli da Cucina Professionali, Coltello Damasco Acciaio da...
  • Premio dell'acciaio di Damasco, la lama è forgiati da un unico pezzo di ultra alta AUS10 in acciaio al carbonio con 67 strati, che sono più di nitidezza di coltello in acciaio normale e anche in...

Coltello realizzato in sessantasette strati di acciaio damasco di alta qualità, dotato di una lama affilata ed un peso adeguato per garantire un perfetto equilibrio quando si lavora in cucina. È in grado di tagliare in maniera eccellente sia carne che pesce.

  • Wüsthof TR4184 Silverpoint – Economico

Wüsthof TR4184 Silverpoint - Coltello Santoku, 31 x 5 x 1,7 cm
  • Simbolo della cucina giapponese, questo coltello è progettato all'inizio per tagliare finemente i pesci crudi da carne e preparare in particolare sushi e sashimi. Molto versatile, offre anche un...

Il coltello in questione è leggero e maneggevole, è stato progettato inizialmente per tagliare pesci crudi e per preparare dell’ottimo sushi. Versatile, offre un taglio preciso pure della frutta (tipo le fragole) ed i funghi. Inoltre è stato scolpito con il laser.

  • Sky Light – Ottimo per il Sushu

Offerta
SKY LIGHT Coltello Santoku Coltello Cucina Coltelli Giapponesi Coltello Sushi 17cm Forgiata Lama...
  • 【L’ACCIAIO X50 CrMoV15】E' un acciaio di qualità superiore, usato per la costruzione delle lame che necessitano di una particolare resistenza e garanzia alla corrosione, definita...

La manifattura di questo coltello è di ottima qualità grazie all’acciaio di provenienza tedesca; ha un’impugnatura ergonomica e compatta, risultando ben bilanciato. È ideale per tagliare la carne ma si può utilizzare anche per la verdura e altri alimenti.

  • Lipavi – Coltello Santoku in acciaio Damasco

Lipavi acciaio Damasco – Coltello Santoku 17,8 cm – Scatola regalo in legno – acciaio...
  • Razor Sharp: la lama è affilata per più piccolo angolo rispetto alla maggior parte dei coltelli, questo rende per un più nitide Edge.

Coltello professionale dalla lama affilata, decisamente resistente; costruito in acciaio giapponese di ottima qualità, è composto da un manico in fibra di vetro. Utile per tagliare qualsiasi tipo di carne ed altri alimenti.

Conclusioni:

Chi è amante della buona cucina sa perfettamente che tra i vari utensili, la presenza di un buon coltello è necessaria per offrire tagli netti e precisi degli alimenti.

Tante volte, quando non si sa come usare le diverse lame dei coltelli, si finisce per acquistare prodotti sbagliati, che non sono minimamente in grado di ricoprire il compito per il quale si utilizzano. Non tutti i coltelli sono uguali, sia per quanto riguarda l’estetica (forme, dimensioni e colori) sia per la propria praticità.

Tra i più versatili vi è senza dubbio il coltello Santoku. Come abbiamo detto, la parola Santoku tradotta in italiano significa “tre virtù” e si riferisce ai tre utilizzi che svolge, ossia: sminuzzare, tagliare e disossare. Un coltello Santoku in Giappone è allo stesso livello di un coltello da chef che si utilizza per svolgere le mansioni quotidiane in cucina.

Accostando il design occidentale con la lama giapponese, il Santoku si classifica come coltello maestro nel tagliare, affettare e tritare.

La scelta del coltello può cambiare quando ci si trova davanti a quelli con alveoli o senza, a quel punto decidete voi il modello che fa più al caso vostro.

Gli avvallamenti nei pressi del filo della lama, sono utili per realizzare come delle sacche d’aria che consentono di diminuire l’attrito, così facendo la lama del Santoku è in grado di scivolare meglio riducendo l’aderenza e facilitando il distacco della fetta di cibo. Infine la durata nel tempo del Santoku non dipende solamente dalla qualità del coltello ma pure da come viene effettuata la sua manutenzione quotidiana.

Lascia un commento