Philips Pasta Maker – Recensione delle migliori macchine per la pasta Philips

Oggi analizziamo ben due modelli di macchina per la pasta Philips, che permettono di ottenere il massimo successo possibile, ovvero quello di realizzare una pasta fresca pronta per essere gustata in casa propria e priva di una serie di difetti che potrebbero rendere la stessa meno piacevole del previsto.

Vediamo ora, nello specifico, quali sono i modelli di pasta maker Philips in grado di far fronte a tutte le proprie esigenze.

Philips pasta maker HR2345/19

Philips HR2345/19 Viva Collection Pastamaker 150 W, Bianco
  • Programmi completamente automatici per l'impasto e l'estrusione nel tempo in cui l'acqua bolle: 10 minuti per 250 g di farina

Un modello di pasta maker decisamente professionale che permette effettivamente di realizzare diverse varianti di pasta e soprattutto di offrire l’opportunità di trasformare questo piatto in una vera e propria delizia, senza alcuna ombra di dubbio.

  • Un design semplice e compatto

Quando si menziona il modello di macchina per la pasta in casa Philips HR2345/19 occorre fare menzione al suo design particolare, che tende a essere abbastanza compatto e allo stesso tempo in grado di offrire il massimo grado di piacevolezza in cucina.

Questo in quanto questa versione della macchina per pasta offre l’occasione di risparmiare parecchio spazio in cucina, date le sue dimensioni pari a 13,5 x 35 x 28,7 centimetri e a un peso di circa cinque chili che riescono a tramutare questo strumento in un vero e proprio alleato per coloro che amano cucinare e preparare dei cibi salutari, in questo caso la pasta.

Inoltre occorre sottolineare come questa versione sia dotata di piedini stabili che prevengono eventuali movimenti non attesi della macchina, facendo quindi in modo che la stessa possa essere adoperata in totale sicurezza.

  • I materiali:

Sono principalmente due i materiali che vanno a contraddistinguere questo modello di macchina per la pasta Philips, i quali riescono a rendere questo strumento unico nel suo genere e in grado di rispecchiare tutte le proprie esigenze.

In primo luogo occorre parlare della plastica, che contraddistingue la parte esterna e ovviamente il contenitore dove devono essere posizionati i vari ingredienti.

Abbastanza rigida e durevole, questa parte riesce a offrire l’opportunità di proteggere gli ingranaggi interni e il motore della macchina per creare la pasta, offrendo quindi un tipo di resistenza abbastanza elevata allo stesso modello.

Oltre a questo dettaglio è bene sottolineare anche la seconda tipologia di materiale che rende unica la macchina per fare la pasta Philips, ovvero il metallo pressofuso, che contraddistingue le diverse lame e le formine che consentono di dare vita ai diversi tipi di pasta, offrendo dunque un risultato finale ottimale.

Nessuna contaminazione e soprattutto la massima resistenza dettata da questo macchinario, che permette di realizzare diverse tipologie di paste che rispondono a tutte quelle che sono le proprie esigenze senza tralasciarne nemmeno una.

  • Le funzionalità della macchina per fare la pasta Philips HR2345/19

Questo modello di pasta maker Philips offre l’opportunità di rendere piacevole la realizzazione della pasta dato che lo stesso elettrodomestico opera in maniera autonoma.

Inserendo i diversi ingredienti, infatti, è possibile notare come il tubo impastatore inizi la loro lavorazione in maniera autonoma, offrendo dunque la concreta occasione di rendere semplice la lavorazione della pasta.

Il motore da 150W del pasta maker Philips HR2345/19 consente quindi di evitare che la cucina si possa sporcare e inoltre, con 250 grammi di farina e tutti gli altri ingredienti, è possibile preparare la propria pasta in meno di dieci minuti, pronta quindi a essere bollita.

Occorre dunque sottolineare come la rapidità, nonché la possibilità di creare diverse tipologie di paste grazie alle diverse placche metalliche che consentono di dare la forma alla suddetta, renda altamente piacevole l’utilizzo di questo strumento, il quale può essere sfruttato con semplicità.

Il motore silenzioso offre inoltre l’opportunità di operare in totale tranquillità.
Grazie al pratico ricettario e alla possibilità di creare anche pasta per gli intolleranti al glutine, questo genere di macchina rappresenta un vero e proprio must have per la propria cucina.

Pro:

  • strumento molto silenzioso;
  • dimensioni compatte;
  • diverse tipologie di placche che permettono di realizzare svariati versioni della pasta;
  • articolo molto semplice da utilizzare;
  • grande velocità per quanto concerne la fase di impasto degli ingredienti e soprattutto della lavorazione e creazione della pasta;
  • non sporca assolutamente la cucina durante la realizzazione della pasta;
  • molto semplice da pulire;
  • design moderno che si adatta a ogni cucina.

Contro:

  • strumento che tende a riscaldarsi eccessivamente;
  • placche per creare la pasta fragili;
  • qualche difficoltà nella fase di assemblaggio della macchina dopo la sua pulizia;
  • dopo un certo periodo di utilizzo, la macchina impastatrice Philips diventa rumorosa;

Macchina per la pasta Philips HR2382/15

Offerta
Philips HR2382/15 Avance Collection Macchina per Preparare Pasta Fresca con Bilancia Integrata,...
  • Programmi completamente automatici, impasto ed estrusione nel tempo in cui l'acqua bolle: 10 minuti per 250 g di farina (2-3 porzioni)

Confrontiamo ora questo modello di pasta maker, ovvero il Philips HR2382/15 con quello precedente per capire quali dei due riesce a essere la migliore scelta tra le due versioni di elettrodomestico per creare la pasta in casa.

  • Il design e l’aspetto estetico del pasta maker Philips HR2382/15:

Partendo dal design di questo modello è possibile vedere come le linee dello stesso siano totalmente differenti rispetto alla versione precedente.

La colorazione nera tende a essere abbastanza piacevole soprattutto in una cucina con stile moderno anche se, pure in una noce e classica, questo strumento non stoni assolutamente.
Altro aspetto fondamentale che contraddistingue la Philips HR2382/15 pasta maker è dalle dimensioni.: in questo caso stiamo parlando di 24 x 21 x 31 centimetri per circa nove chili di peso.

Tale differenza sotto questo aspetto è dettata da due fattori molto importanti, ovvero le dimensioni del motore, il quale tende a essere maggiormente elevato vista la sua potenza da 200W, così come è possibile notare anche una maggiore capienza degli ingredienti, che permettono di creare la pasta in meno tempo e in quantità che sono maggiori.

Pertanto, a fronte di una dimensione e peso superiore, vi è una strumentazione tecnica che riesce a offrire un punto in favore del modello di questa pasta maker Philips HR2382/15.

  • Il materiale :

Sul fronte materiale è possibile notare immediatamente come le differenze siano sostanzialmente assenti.

Occorre però precisare come questo modello si presenti con una plastica che sembra essere maggiormente dura e massiccia, che offre maggiore protezione alle parti meccaniche dello stesso strumento.

In aggiunta è possibile notare come anche come le diverse formine sono maggiormente resistenti da utilizzare e offrano l’opportunità di rendere questo pasta maker superiore sul fronte della resistenza, seppur il peso possa essere un aspetto negativo da non sottovalutare.

  • Le funzioni di questo Philips pasta maker:

Questa macchina per la pasta Philips tende a essere maggiormente rapida nell’esecuzione della realizzazione della pasta, dettaglio molto importante da tenere a mente che fa in modo che la suddetta versione possa essere vista come leggermente migliore rispetto a quella precedente.

A fronte di una potenza maggiore, lo strumento in questione tende a essere leggermente chiassoso, probabilmente a causa di un motore maggiormente potente che consente di ottenere un tipo di pasta in tempistiche che sono inferiori.

Anche in questo caso occorre sottolineare come la fase di impasto degli ingredienti sia automatica e rapida, offrendo quindi un risultato finale di prima qualità a coloro che intendono realizzare la pasta in casa.

L’impastatrice, però, tende a essere poco precisa a seconda del tipo di farina che si utilizza, che comporta uno sforzo eccessivo delle diverse parti che offrono questa funzione.
Occorre perciò prestare attenzione al tip di pasta che si vuole realizzare.

L’installazione delle formine è molto semplice e queste sono otto: ciò rappresenta un vantaggio per coloro che hanno intenzione di sfruttare quotidianamente questo modello di macchina per fare la pasta Philips, che permette di avere una varietà non indifferente per quanto concerne dimensioni e tipologia di pasta.

Infine occorre parlare del fattore pulizia, abbastanza semplice e leggermente superiore rispetto al modello precedente e la presenza del vano che permette di riporre ordinatamente i diversi dischi per creare la pasta.

Pertanto un buon modello ideale per fare la pasta tutti i giorni.

Pro:

  • strumento assai rapido e preciso nella lavorazione degli ingredienti;
  • prontezza nella fase di miscelazione;
  • maggiormente capiente rispetto al modello precedente;
  • diversi dischi per creare tante tipologie di pasta differenti;
  • molto semplice da pulire;
  • vano che permette di conservare i dischi;
  • materiale di prima qualità.

Contro:

  • leggermente rumoroso;
  • pesante di dimensioni elevate per una cucina piccola;
  • con certi tipi di farina tende a bloccarsi;
  • non adatto per la pasta fresca;
  • qualche formina tende a rovinarsi dopo qualche utilizzo.

Che pasta maker Philips scegliere

La scelta dipende da due fattori determinanti, ovvero dimensioni e quantità di pasta da creare.

Il secondo modello è adatto per un utilizzo quotidiano per creare pasta che deve essere conservata e cucinata anche diversi giorni dopo la sua preparazione, mentre il primo dei due è adatto alla creazione e consumazione immediata della pasta, nonché a cucine di piccole dimensioni.

Tra i due il modello leggermente migliore è comunque il Philips HR2382/15.

Offerta
Philips HR2382/15 Avance Collection Macchina per Preparare Pasta Fresca con Bilancia Integrata,...
  • Programmi completamente automatici, impasto ed estrusione nel tempo in cui l'acqua bolle: 10 minuti per 250 g di farina (2-3 porzioni)

Lascia un commento