Portacondimenti: Ecco i migliori in commercio

Oggigiorno è diventato molto importante curare ogni minimo dettaglio, specialmente quando siamo a tavola per pranzare o cenare.

È proprio per questo motivo che si possono trovare moltissime tipologie di piatti, bicchieri e tovaglie, in modo da poter soddisfare ogni richiesta della clientela.

In questo articolo andremo a parlare più precisamente di uno di quegli oggetti che non può assolutamente mancare su una tavola ovvero il portacondimenti.

Che cos’è un portacondimenti?

Anche se può sembrare una cosa ovvia e banale, è meglio fare una piccola introduzione in cui si spiega che cos’è questo particolare oggetto.

Il portacondimenti o ménage in francese è un accessorio che è stato realizzato per poter portare a tavola i principali condimenti, ovvero l’olio, l’aceto e il sale permettendo così di non doversi alzare ogni volta per poterli prendere.

Questo oggetto una volta introdotto sul mercato ha subito riscontrato molto successo, soprattutto tra i ristoratori che lo hanno messo subito a disposizione dei loro clienti.

Bestseller No. 2
Guzzini 5460033 Salad Box Pranzo con Set Posate e Vano Porta Condimenti, 100% Riciclabile, Made in...
  • Materiale: realizzati con materiale plastico riciclato (minimo 70%) post-consumo, 100% riciclabile e BPA FREE
OffertaBestseller No. 3
PADERNO 41782-06 Porta Spezie 6 Vaschette, Acciaio Inox
  • Il portaspezie Paderno è ideale per avere a portata di mano molteplici ingredienti, rispondendo efficacemente alle esigenze di professionisti e appassionati gourmand.
Bestseller No. 4
Alessi 5070 Set Portacondimenti per Olio, Aceto, Sale e Pepe in Acciaio Inox 18/10 e Vetro...
  • Set composto da saliera, oliera, portapepe e ampolla per aceto e supporto contenitore
OffertaBestseller No. 5
InterDesign Binz Portacondimenti Portatile da Frigo, 28x14x11.8 cm
  • Realizzato in plastica trasparente resistente
OffertaBestseller No. 7
Royal Catering Espositore Portacondimenti Distributore di Condimenti RCPN 6 (Acciaio inox, 6...
  • Il massimo dell'organizzazione grazie ai 6 contenitori GN dalla capacità di 2,2 l ciascuno

Nonostante il continuo progresso, i portacondimenti sono rimasti sulle nostre tavole, adattando però il loro stile alle tendenze di moda.

Fatta questa breve premessa possiamo passare al paragrafo successivo, dedicato alle diverse tipologie.

Le diverse tipologie di portacondimenti:

Portacondimenti per bar e pizzerie

I portacondimenti, fino a qualche anno fa, erano tutti uguali e proprio per questo motivo, in qualsiasi ristorante tu avessi deciso di andare, avresti trovato sempre lo stesso modello.

Con il passare del tempo però, grazie soprattutto alla nascita dell’estetica della tavola, sono stati introdotti sul mercato diversi modelli realizzati con forme e materiali diversi tra loro per poter accontentare qualsiasi gusto personale.

Generalmente le principali tipologie di questo comodo accessorio presenti sul mercato sono:

  • Portacondimenti da tavola: questo modello è quello che viene posizionato su ogni tavola. È composto, nella maggior parte dei casi, da tre scomparti in cui inserire olio, sale e aceto. Vi sono anche portacondimenti più grandi in cui vi è la possibilità di aggiungere altri condimenti, come per esempio quello per il pepe e quello per l’aceto balsamico.
    Questo tipo di portacondimenti viene realizzato principalmente in acciaio, ma è possibile trovare delle varianti caratterizzate da modelli in legno o in plastica.
  • Portacondimenti refrigerati: questi particolari portacondimenti vengono utilizzati soprattutto nell’ambito della ristorazione per poter lavorare nelle migliori condizioni possibili.
    Nei ristoranti e nelle pizzerie è assolutamente indispensabile essere organizzati e avere cura dell’ordine e dell’igiene durante il servizio ed è proprio per questo motivo che sono stati realizzati questi oggetti.
    I portacondimenti refrigerati permettono di poter introdurre all’interno dei loro numerosi scomparti moltissimi ingredienti e di mantenerli ad una corretta temperatura per tutta la durata del servizio.
    Inoltre, questa funzione refrigerante è stata inserita all’interno di questi accessori per far sì che non vengano alterate le caratteristiche organolettiche degli ingredienti, in modo che essi siano sempre di ottimo livello.
    Il materiale più utilizzato per realizzare i portacondimenti refrigerati e l’acciaio poiché è molto facile da pulire e non si rovina molto facilmente.
    Insomma, questo modello può essere considerato come un vero e proprio frigorifero.
  • Portacondimenti da parete: questa tipologia di portacondimenti è stata concepita per non invadere troppo gli spazi di lavoro in cucina: si tratta di vere e proprie mensole o ripiani rialzati.
    Anche in questo caso ne esistono di moltissime forme e colore e nella maggior parte dei casi sono realizzati utilizzando della plastica dura.
    All’interno di essi è possibile conservare qualsiasi condimento che non vada in frigorifero ed è consigliabile installarli in punti strategici, in modo da poterli raggiungere comodamente e in qualsiasi momento.
  • Portacondimenti da viaggio: negli ultimi anni sono stati realizzati dei portacondimenti molto piccoli e pratici per poter venire incontro alle persone che si preparano un pranzo da casa. Questi oggetti possono essere trasportati in una semplice borsa e occupano pochissimo spazio. Inoltre da quando sono entrati in commercio hanno avuto subito un grande successo.
  • portacondimenti in legno: questo genere di portacondimenti viene scelto soprattutto per il suo aspetto estetico. È proprio per questo motivo che viene utilizzato maggiormente per abbellire le tavole dei ristoranti e delle pizzerie.
    Non dobbiamo dimenticare che questi accessori in legno sono anche molto comodi e anche in questo caso possono avere numerosi scomparti.

Come scegliere il migliore?

Quando ci si reca in negozio per comprare un portacondimenti è importante, prima di acquistarlo, sceglierlo tenendo in considerazione lo stile della nostra cucina.

Anche se può sembrare una cosa molto strana, lo stile è molto importante poiché, dato che questo accessorio viene utilizzato per abbellire le tavole, esso deve adattarsi a tutti gli altri elementi, senza stonare.

Non bisogna dimenticare che in alcuni casi il portacondimenti può essere un accessorio chic per dare una nota di colore ad una tavola molto basilare.

È proprio per questo motivo che, come è già stato detto nel precedente paragrafo, esistono diverse modelli di questo pratico oggetto, con forme e colori diversi l’uno dall’altro.

Se invece volessimo acquistare un portacondimenti refrigerato per la nostra pizzeria o per il nostro ristorante dobbiamo tenere in considerazione altri aspetti che sono rispettivamente la qualità dei materiali, la capienza e i consumi.

Per quanto riguarda i materiali possiamo dire che la scelta migliore è sicuramente quella di optare per l’acciaio poiché è tra i materiali più resistenti e più facili da lavare, quindi risulta perfetto dal punto di vista igienico e sanitario.

Il secondo aspetto da tenere in considerazione, ovvero la capienza, è assolutamente uno dei più importanti.

Per una cucina professionale è fondamentale che il portacondimenti sia molto capiente, in modo da poter contenere gli ingredienti necessari per preparare i piatti e per svolgere, di conseguenza, un servizio impeccabile.

Infine, parlando dei consumi possiamo dire che questo accessorio da cucina, essendo un elettrodomestico che deve rimanere sempre acceso durante il servizio, deve essere se è possibile, a basso consumo energeticm in modo tale da non incrementare eccessivamente la bolletta dell’elettricità.

I prezzi dei porta condimenti:

Per quanto riguarda i prezzi dei porta condimenti, come per tutti gli altri prodotti presenti sul mercato, questi vengono calcolati prendendo in considerazione la qualità dei materiali utilizzati nella realizzazione degli stessi.

Solitamente è proprio per questo motivo che i portacondimenti in acciaio hanno un prezzo più alto di quelli realizzati in plastica. Altro elemento considerato nella valutazione del prezzo riguarda complessità di questo accessorio.
Difatti, i porta condimenti refrigerati hanno un prezzo molto elevato che può arrivare anche a diverse centinaia di euro.

I migliori portacondimenti:

miglior portacondimenti

Siamo ora giunti al paragrafo più interessante dell’articolo, ovvero quello in cui andremo a recensire i migliori di questi accessori per la cucina presenti sul mercato, andando a descriverli nei minimi dettagli.

  • Royal Catering RCPN6 espositore portacondimenti

Offerta
Royal Catering Espositore Portacondimenti Distributore di Condimenti RCPN 6 (Acciaio inox, 6...
  • Il massimo dell'organizzazione grazie ai 6 contenitori GN dalla capacità di 2,2 l ciascuno

Questo pratico accessorio professionale ti consentirà di organizzare al meglio tutta la tua postazione di lavoro.

Infatti, grazie alla capacità dei suoi 6 scomparti da 2.2 litri, ti permetterà di conservare una buona quantità di ingredienti per svolgere al meglio il servizio.

Come se non fosse sufficiente tutto questo, esso è realizzato in acciaio inox, un materiale facile da pulire e perfetto dal punto di vista igienico.

Infine i suoi scompartimenti possono essere lavati in lavastoviglie senza alcun tipo di problema.

  • Paderno 41782-06

Offerta
PADERNO 41782-06 Porta Spezie 6 Vaschette, Acciaio Inox
  • Il portaspezie Paderno è ideale per avere a portata di mano molteplici ingredienti, rispondendo efficacemente alle esigenze di professionisti e appassionati gourmand.

Questo portacondimenti appartenente al marchio Paderno è ideato per tenere a portata di mano sul proprio piano di lavoro, una serie di ingredienti in modo da facilitare l’attività che stai svolgendo.

Questo elettrodomestico è dotato di 6 vaschette ideali per conservare qualsiasi tipo di ingredienti.

Inoltre, non dimentichiamo che queste vaschette sono dotate di coperchi in modo che, una volta finito il servizio, tu possa riporre gli ingredienti direttamente in frigorifero, preservandone tutte le caratteristiche organolettiche.

  • Portacondimenti Alessi MSA16

Questo accessorio si distingue da tutti gli altri portacondimenti per la qualità dei suoi materiali e per il design unico e originale.

Per quanto riguarda i materiali possiamo dire che per realizzare questo oggetto, sono stati usati l’acciaio inox e il vetro, per garantire una durata molto lunga nel tempo.

Parlando invece dal punto di vista estetico, il suo design molto particolare è stato realizzato seguendo le linehe guida fornite da Marta Sansoni che lo ha reso un prodotto unico

  • Set portacondimenti Alessi 5070

Alessi 5070 Set Portacondimenti per Olio, Aceto, Sale e Pepe in Acciaio Inox 18/10 e Vetro...
  • Set composto da saliera, oliera, portapepe e ampolla per aceto e supporto contenitore

questo articolo appartente al celebre marchio Alessi è unico nel suo genere, soprattutto per i materiali utilizzati.

Infatti, il metallo e il vetro impiegati per costruirlo sono di altissima qualità e garantiscono un’ottima durata del prodotto.

Questo set è composto da un portapepe, una saliera, un’ oliera e un’ ampolla di vetro per l’aceto.

Infine, questo portacondimenti è molto leggero, maneggevole e facile da pulire

  • Finegood contenitori per salse e condimenti

FineGood Contenitori di salse per insalata, confezione da 4 pezzi, 38 ml e 59 ml Contenitori...
  • Materiale per uso alimentare: i contenitori sono realizzati in silicone di grado alimentare e possono essere usati per salse e condimenti.

Questi pratici contenitori sono realizzati in silicone alimentare e sono studiati nei minimi dettagli per non perdere il loro contenuto mentre vengono trasportati.

È proprio per questo motivo che i loro tappi sono composti da ben tre strati che non fanno scappare nemmeno una goccia di condimento.

Questi portacondimenti sono anche consigliati per trasportare alcune salse molto liquide come, per esempio, una vinaigrette o il ketchup.

Infine non dimentichiamo che essi possono essere lavati comodamente in lavastoviglie senza che si rovinino.

Conclusioni e considerazioni finali:

Riassumendo in poche righe quest’articolo possiamo dire che i portacondimenti sono degli accessori molto comodi da mettere sulla nostra tavola,arricchendola e dandogli quel tocco in più.

Infatti, grazie ad essi possiamo portare in una sola volta molti condimenti a tavola, senza doverci per forza ogni volta alzare a prenderli.

Ma questo prodotto non si limita solo a questa funzione
anzi grazie ad esso potremmo dare una nota elegante ai nostri condimenti, tenendoli bene ordinati e occupando
poco spazio.

Non dimentichiamo che esistono moltissime varietà di questo accessorio per la tavola, tra cui spiccano quelli più complessi adatti per ristoranti e pizzerie.

Questi ultimi sono dotati di una funzione refrigerante che consente di conservare tutte le caratteristiche organolettiche degli ingredienti in essi contenutiper tutta la durata del servizio, garantendo così piatti e pietanze di ottima qualità.

Insomma, possiamo affermare che i portacondimenti non sono dei banali oggetti inutili, bensì degli ottimi accessori per le nostre tavole e per la nostra comodità. Spero che quest’articolo ti abbia guidato nella scelta del portacondimenti che più si adatta alle tue esigenze e gusti personali in modo che tu possa fare bella figura con i tuoi ospiti durante un pranzo o una cena.

Lascia un commento